martedì 29 gennaio 2013

BENVENUTI NELL'ABBAZIA DI SANT'ANTIMO



L'anima mia magnifica il Signore
il mio spirito esulta in Dio mio salvatore.

Poiché ha guardato l'umiltà della sua serva
tutte le generazioni ormai mi chiameranno «Beata».

Il Potente ha fatto in me cose grandi
sì, il suo nome è santo.

Il suo amore di generazione in generazione
ricopre coloro che lo temono.

Interviene con la forza del suo braccio
disperde i superbi nei pensieri del loro cuore.

Abbatte i potenti dai troni
innalza gli umili.

Ricolma di beni gli affamati
rimanda i ricchi a mani vuote.

Sostiene Israele suo servo
ricordandosi del suo amore.

Come aveva promesso ai nostri padri
 ad Abramo e alla sua discendenza per sempre.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.

Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

Frammento Santa Messa cantata in San'Antimo


mercoledì 2 gennaio 2013

IL CANTO GREGORIANO



La comunità ti saluta e ti accoglie, la natura ti avvolge di profumi e di colori, la chiesa ti regala la sua armonia e la sua luce e… Dio ti benedice e ti regala la pace.
                             

venerdì 28 dicembre 2012

BREVE STORIA DELL'ABBAZIA DI SANT'ANTIMO

                        

La piantina del monastero




Tutti i monasteri costruiti dai benedettini nell’Europa medievale, in Galizia come in Inghilterra, in Svizzera come in Borgogna, in Lombardia come in Normandia, seppure diversi per grandezza, complessità e uso del materiale di costruzione, hanno almeno un punto in comune: la pianta del monastero.
La chiesa, liturgicamente orientata con l’abside verso Est, prosegue quasi sempre nel lato Sud con un chiostro (l’antico atrio romano) attorno ai quattro lati del quale corre una galleria o passaggio coperto da una tettoia.
Nell’ala orientale del chiostro, a partire dalla chiesa, si incontrano la sagrestia, il tesoro, la sala capitolare, la scala che porta al piano superiore e un locale con un grande camino, lo scrittorio.
Al piano superiore è posto il dormitorio dei monaci, spesso comunicante con la chiesa per la preghiera notturna.
Nell’ala Sud, opposta alla chiesa, è collocato il refettorio, spesso fornito di una vasca. All’angolo dell’ala Sud con quella occidentale è la cucina, aperta da un lato sul refettorio e dall’altro lato all’esterno.
Nell’ala Ovest, al pian terreno sono generalmente posti magazzini e dispense e al piano superiore il dormitorio dei conversi.
Nelle vicinanze dell’abbazia sono poi costruiti i locali per gli ospiti o pellegrini, l’ospedale, la lavanderia, la panetteria e vari locali per il lavoro dei monaci.
In nero sono le parti esistenti, in grigio le parti distrutte e ricostruite in modo ipotetico.

Orario delle preghiere e delle visite

Clicca sull'immagine per ingrandirla.